@keyframes c-inline-spinner-kf { 0% { transform: rotate(0deg); } 100% { transform: rotate(360deg); } } .c-inline-spinner, .c-inline-spinner:before { display: inline-block; width: 11px; height: 11px; transform-origin: 50%; border: 2px solid transparent; border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; border-radius: 50%; content: ""; animation: linear c-inline-spinner-kf 900ms infinite; position: relative; vertical-align: inherit; line-height: inherit; } .c-inline-spinner { top: 3px; margin: 0 3px; } .c-inline-spinner:before { border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; position: absolute; left: -2px; top: -2px; border-style: solid; }
top of page

A Shroud non interessa più streammare ciò che vogliono i fan

Michael “Shroud” Grzesiek ha affermato che non ha più interesse nel tenersi aggiornato sulle ultime tendenze di Twitch, perché lo seguono non per i giochi a cui gioca, piuttosto per vedere lui.


Dopo la sua ritirata come giocatore professionista CSGO nel 2018, molto è cambiato sul suo piano di lavoro, facendolo tornare su Twitch, dopo la chiusura di Mixer (che gli ha fruttato 10 milioni di dollari), con 18.000 spettatori per stream.


Tuttavia ha rivelato di come ha più piacere e voglia di portare giochi che a lui in primis piacciono, piuttosto che sentire i consigli dei fan e portare quello che vogliono loro. “Mi interessa ciò che i miei spettatori vogliono che giochi, o faccio semplicemente quello che voglio? Oh no, non me ne frega un c***o di cosa vogliono che giochi” ha detto, anche se ha ammesso che non è sempre stato così. “Mi importava una volta quando ero impegnato a trasmettere in streaming più a lungo. Ho giocato ai giochi che la mia chat voleva che portassi al cento per cento.” Questo perché all’epoca voleva aumentare il suo pubblico e invogliare le persone a donare e iscriversi.


Non sembra essere più un problema per lui: “Faccio quello che voglio. Non mi interessa.” E’ proprio questo il motivo che lo spinge a continuare a portare New World sebbene ad alcuni fan non sembra piacere e se ne lamentino e lo stesso motivo che non lo ha portato a farsi prendere dall’Hype con FFXIV Online come tutti. E non presta più attenzione nemmeno con il conteggio degli abbonati, in pieno contrasto al periodo in cui ogni donazione o abbonamento contavano eccome.



Ha anche ammesso che non tornerà mai più a competere in Valorant o CSGO (dove le sue abilità lo hanno elevato a uno tra i migliori giocatori del mondo) - sebbene moltissimi fan lo abbiano implorato di tornare al mondo degli Esports, creando anche la propria squadra; semplicemente a lui non interessa più colpire le teste della concorrenza sul grande palco e il motivo è abbastanza comprensibile.



Eppure è tornato a parlarne, commentando gli ultimi eventi delle competizioni in Lan. Per lui Valorant Online funzionava benissimo, perciò non sa come si potrà portare comportare in Lan - mentre CS online andava male - ma non dubita che sentendosi bene Valorant in Online non possa che andare bene anche in Lan.



Con il suo ultimo “forse un giorno giocherò” ha fatto subito tornare alla ribalta le domande “Tornerai?” che ha subito negato. "Troppo lavoro e sono pigro" la sua spiegazione, oltre che tornare come professionista, ha rivelato scherzando, non lo farebbe giocare ancora a New World.


Voi cosa ne pensate?

Per voi è più importante fare quello che si vuole o seguire i gusti della chat?

Vedreste un suo ritorno nel campo degli Esports?

Fatecelo sapere nei commenti e registratevi per rimanere sempre connessi con i nostri aggiornamenti nel blog!

Buona lettura!

(Realizzato da Giulia Silvestri)

13 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Smart

bottom of page