@keyframes c-inline-spinner-kf { 0% { transform: rotate(0deg); } 100% { transform: rotate(360deg); } } .c-inline-spinner, .c-inline-spinner:before { display: inline-block; width: 11px; height: 11px; transform-origin: 50%; border: 2px solid transparent; border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; border-radius: 50%; content: ""; animation: linear c-inline-spinner-kf 900ms infinite; position: relative; vertical-align: inherit; line-height: inherit; } .c-inline-spinner { top: 3px; margin: 0 3px; } .c-inline-spinner:before { border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; position: absolute; left: -2px; top: -2px; border-style: solid; }
top of page

METAVERSO: DISNEY, K-POP E SECOND LIFE

Diverse società hanno iniziato a testare tutto ciò che la tecnologia del metaverso ha da offrire, proiettandosi nel virtuale e acquistandone proprietà.


Disneyland nel metaverso


La società di intrattenimento dietro alcuni dei parchi a tema più popolari al mondo ha recentemente ricevuto approvazione per il brevetto di un "simulatore nel mondo virtuale di un luogo del mondo reale".


Nonostante il Los Angeles Times riferisca che Disney non abbia "piani attuali" per utilizzare il simulatore nel prossimo futuro, il deposito del brevetto suggerisce che i visitatori di Disneyland e Disney World potrebbero godere delle attrazioni del metaverso in uno o più parchi degli Stati Uniti, Hong Kong, Cina, Francia e Giappone.



La tecnologia funzionerebbe tracciando i visitatori dai loro smartphone, generando e proiettando effetti 3D personalizzati sugli spazi fisici vicini, come pareti o altri oggetti presenti nel parco. Secondo la domanda di brevetto, il servizio potrebbe fornire agli utenti esperienze virtuali 3D realistiche e altamente coinvolgenti, individualizzate senza richiedere agli utenti di indossare un dispositivo di visualizzazione di realtà aumentata (AR).



K-pop nel metaverso


Qualche settimana fa Animal Concerts, organizzatore di concerti nel Metaverso, ha annunciato di aver stipulato un accordo con la rete Klaytn dell'unicorno sudcoreano Kakao, con lo scopo di aumentare la sua esposizione nell'industria dell'intrattenimento del paese.

Il CEO di Animal Concerts, Colin Fitzpatrick, ha dichiarato che gli obiettivi principali di Klaytn sono gli NFT e il metaverso.



Colin, riferendosi ai problemi di scalabilità, ha esclamato:

"Le limitazioni tecniche riducono il numero di persone che possono effettivamente assistere a un concerto nel metaverso."

Egli mira a sviluppare una rete di luoghi virtuali attraverso piattaforme sia nuove che già esistenti per ospitare concerti con un'ampia varietà di talenti, tra cui anche diversi artisti K-pop.



Second Life nel metaverso


Linden Lab, società editrice di Second Life, ha annunciato che il fondatore, Philip Rosedale, sia ritornato al progetto come consigliere strategico insieme ad alcuni membri della società VR di High Fidelity.


Secondo l'azienda, l'aggiunta di nuovi e vecchi talenti faciliterà l'ingresso di Second Life all'interno del metaverso.

A tal proposito, Philip ha commentato così:

"I mondi virtuali non hanno bisogno di essere distopie. Le Big Tech che regalano cuffie VR e sviluppano metaversi sulle loro piattaforme basate su pubblicità e alterazione del comportamento non creeranno un'unica utopia digitale per tutti".


Lanciato nel 2003, Second Life è stata una delle prime esperienze di mondo virtuale, precedenti alla connettività offerta dalle moderne piattaforme di social media come Facebook, Twitter e Instagram.


Rosedale lasciò il ruolo di CEO di Linden Labs nel 2008 per fondare High Fidelity nel 2013 ma, il suo ritorno, potrebbe segnare una pietra miliare significativa per l'integrazione di nuove idee a tema metaverse in piattaforme consolidate.




Così si conclude l'articolo.

E voi cosa ne pensate del metaverso?

Fatecelo sapere qui sotto nei commenti.

Inoltre, iscrivetevi al Blog per rimanere sempre aggiornati sui prossimi articoli!


Buona lettura!


(Realizzato da Rossana Lauro)

24 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Smart

bottom of page