@keyframes c-inline-spinner-kf { 0% { transform: rotate(0deg); } 100% { transform: rotate(360deg); } } .c-inline-spinner, .c-inline-spinner:before { display: inline-block; width: 11px; height: 11px; transform-origin: 50%; border: 2px solid transparent; border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; border-radius: 50%; content: ""; animation: linear c-inline-spinner-kf 900ms infinite; position: relative; vertical-align: inherit; line-height: inherit; } .c-inline-spinner { top: 3px; margin: 0 3px; } .c-inline-spinner:before { border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; position: absolute; left: -2px; top: -2px; border-style: solid; }
top of page

Ondate di Bot e odio nelle chat di Twitch

Aggiornamento: 6 nov 2021

Non è una novità: account fake - non gestiti da persone reali - e con messaggi automatici, intasano le chat degli streamer e creano spesso situazioni sgradevoli, non solo per lo streamer di turno ma anche per gli altri utenti che stanno seguendo in quel momento la live. Per lo più sono messaggi di odio basati sul colore della pelle e sull’orientamento sessuale, e anche se Twitch negli anni ha sempre combattuto contro questi profili, sembra che questa sia apparentemente una guerra senza fine.



Nuovo strumento per combattere i Bot?


A quanto pare sì, Twitch ha preso la decisione di inserire un nuovo strumento che permetta alle persone di assicurarsi che nella chat arrivino solo persone reali, e quindi impediscano ai Bot di prenderne possesso. Questa nuova funzionalità, che si trova nella Creator Dashboard di Twitch, prevede che gli streamer possano richiedere una verifica con un SMS alle persone che vorrebbero usufruire della loro chat per salutare, parlare o fare domande, in modo da accertarsi che siano persone reali. Una funzione che può essere impostata come predefinita o lasciata come scelta ai creator stessi: se uno streamer vede un comportamento strano in un utente, può attivare questa richiesta di verifica solo per quell’utente. La verifica al singolo utente sarà fatta una volta sola, non c’è nessuno bisogno di rifarla con un altro accesso futuro alla chat, e potrà verificare fino a un massimo di cinque account personali.



Nel momento in cui un profilo di questi viene bannato perchè riconosciuto come Bot, non solo quel profilo viene bloccato ma anche tutti i profili che appartengono a quel numero di telefono vengono chiusi, non solo bloccati in correlazione agli streamer che hanno importunato ma che dalla piattaforma stessa. “La sfida, in questo momento, è che i fake possono creare account aggiuntivi per aggirare i divieti” ha spiegato infatti Angela Hession, vicepresidente della sicurezza di Twitch, facendo capire che i Bot sono troppi per essere chiusi tutti all’istante dalla piattaforma.


Negli anni precedenti Twitch ha messo a disposizione vari aggiornamenti per provare a contrastarli, tra i quali la verifica dell’email, la possibilità di lasciare la chat aperta solo agli iscritti ai canali degli streamer e la chat rallentata per lasciare il tempo ai mod di cancellare eventuali messaggi sbagliati, ma a quanto pare tutto questo non è bastato; si spera infatti, che con questo nuovo aggiornamento si possa effettivamente sistemare questa faccenda.



Sebbene siano riusciti ad arrivare a due persone, di cui non si sa l’identità, che hanno fatto partire molte delle campagne di odio viste negli ultimi mesi, che come afferma la piattaforma stessa hanno “preso di mira gli streamer di colore e LGBTQIA+ con contenuti razzisti, omofobi, sessisti e altro”, sono ancora molti i profili da scovare e fermare.


Dagli utenti sono molte le iniziative che sono partite per fermare quest’evento, stufi di questo problema che sembra non si riesca a risolvere. Al momento, dobbiamo solo aspettare qualche mese e vedere come andranno le cose, se qualcosa cambierà e se questo strumento sia di grande aiuto per gli streamer.



Secondo voi, aiuterà?

Riusciranno a gestire al meglio queste ondate?

O meglio, a farle terminare?


Buona lettura!


(Realizzato da Giulia Silvestri)

25 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


Smart

bottom of page