@keyframes c-inline-spinner-kf { 0% { transform: rotate(0deg); } 100% { transform: rotate(360deg); } } .c-inline-spinner, .c-inline-spinner:before { display: inline-block; width: 11px; height: 11px; transform-origin: 50%; border: 2px solid transparent; border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; border-radius: 50%; content: ""; animation: linear c-inline-spinner-kf 900ms infinite; position: relative; vertical-align: inherit; line-height: inherit; } .c-inline-spinner { top: 3px; margin: 0 3px; } .c-inline-spinner:before { border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; position: absolute; left: -2px; top: -2px; border-style: solid; }
top of page

PROGETTO SORARE E FANTACALCIO DEL FUTURO BASATO SU NFT?

Il Fantacalcio è entrato nella vita di tutti noi nel lontano 1990 come "Serie A-Fantacalcio" e, da allora, nulla è stato come prima poichè è cambiato, soprattutto, il modo di vivere le partite.

Dalle radioline sintonizzate su "Tutto il calcio minuto per minuto" siamo passati alle app sullo smartphone per vedere live la propria squadra del cuore o per controllare in tempo reale le prestazioni dei propri fantagiocatori.

In questi trent'anni il fantasy game dedicato al calcio si è trasformato in qualcosa di più di un semplice gioco domenicale per sfidare gli amici, perché come ha dichiarato tempo fa il suo inventore, Riccardo Albini:

"Il Fantacalcio era un social network nato molto prima dei social network."

Nel nostro futuro di fantallenatori, manager virtuali e giocatori potrebbe esserci molto di più da scoprire.

Stiamo parlando di un Fantacalcio 4.0 che sfrutta la blockchain per entrare in una nuova dimensione, quella del collezionismo di nuova generazione basato sugli NFT.


Sorare è un nome che dirà ben poco agli appassionati di videogiochi.

Si tratta di una startup francese nata nel 2018 e divenuta famosa in pochissimo tempo per aver dato una nuova dimensione economica a questa tipologia di giochi.



Gli investimenti e i risultati finora ottenuti sembrano infatti dare ragione all'intuizione del duo parigino Nicolas Julia e Adrien Montfort, rispettivamente CEO e CTO di Sorare.

I due giovani imprenditori, grandi appassionati di calcio, sono riusciti a conquistare un buon numero di tifosi (a fine del 2021 gli utenti registrati erano 600.000) con una versione del Fantacalcio che punta sulle carte digitali da collezionare e vendere attraverso lo scambio di token crittografati.

Difatti, il crescente utilizzo della tecnologia blockchain per gli ambiti più disparati e gli Smart Contract di Ethereum hanno permesso al team di tracciare le basi di quello che sembrava un sogno irrealizzabile.



Record di investimenti per Sorare


Questo fantasy game si è trasformato in pochissimo tempo in un business in costante crescita, e le potenzialità economiche del progetto Sorare sono riuscite ad attirare fondi del calibro di Accel Partners, Benchmark, Headline e un "angel investor" come Alexis Ohanian (Mr. Reddit).

Lo scorso settembre Sorare, poi, ha raccolto un finanziamento da 680 milioni di dollari da società come SoftBank, Atomico, Bessemer Ventures, D1 Capital, Eurazeo, IVP e Liontree.