@keyframes c-inline-spinner-kf { 0% { transform: rotate(0deg); } 100% { transform: rotate(360deg); } } .c-inline-spinner, .c-inline-spinner:before { display: inline-block; width: 11px; height: 11px; transform-origin: 50%; border: 2px solid transparent; border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; border-radius: 50%; content: ""; animation: linear c-inline-spinner-kf 900ms infinite; position: relative; vertical-align: inherit; line-height: inherit; } .c-inline-spinner { top: 3px; margin: 0 3px; } .c-inline-spinner:before { border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; position: absolute; left: -2px; top: -2px; border-style: solid; }
top of page

Streamer chiede a Twitch avvisi in anticipo per i contenuti bannabili!

È noto che Twitch abbia una lista di giochi e contenuti vietati, oltre che regole che vietano agli streamer di far vedere altri “colleghi” bannati, ma cosa succede se durante la tua tranquilla live, ti esce fuori un avviso di divieto che non sapevi esistesse e vieni bannato?



Si sa, che quando violi le condizioni per l’utilizzo del servizio (Twitch TOS) è molto probabile che tu riceva un avviso per il ban del canale, sia che ti venga dato in automatico o sia tramite una segnalazione di uno spettatore.


Lo streamer “VCruzzin”, dopo aver ricevuto un avviso per lo streaming di Omegle sul suo canale, ha chiesto a Twitch stesso di avvertire i suoi creator dei contenuti potenzialmente bannabili in anticipo, per evitare ban ingiusti.




Il 23 giugno, la pagina Twitter Streamerbans, che aggiorna in tempo reale tutti i ban avvenuti sulla piattaforma di Amazon, ha annunciato il ban a VCruzzin, che ha subito ricondiviso il tweet spiegando ai fan che stava semplicemente trasmettendo Omegle senza sapere che fosse vietato su Twitch - per chi non lo sapesse, Omegle è un sito di chat online che permette di conoscere persone in modo random, con la possibilità di vedersi anche con la webcam.


Ovviamente, non dà la colpa alla piattaforma e si assume tutta la responsabilità, perché non lo sapeva, però, in un successivo tweet, ha chiesto a Twitch di implementare un sistema di avviso per gli streamer che stanno per trasmettere contenuti vietati. Un po’ come avviene già su You Tube con l’avviso pre-ban che avverte il creator di chiudere il materiale coperto da copyright che ha aperto, prima di ricevere il ban vero e proprio.


Molti dei suoi fan sono favorevoli a questa idea dell’avviso, perciò molto probabilmente potremmo vederlo messo ai voti sul forum di feedback e suggerimenti di Twitch, UserVoice.



E voi cosa ne pensate?

Potrebbe essere una buona idea?

Fatecelo sapere nei commenti e ricordatevi di seguire il blog per rimanere connessi con le nuove notizie!

Buona lettura!


(Realizzato da Giulia Silvestri)