@keyframes c-inline-spinner-kf { 0% { transform: rotate(0deg); } 100% { transform: rotate(360deg); } } .c-inline-spinner, .c-inline-spinner:before { display: inline-block; width: 11px; height: 11px; transform-origin: 50%; border: 2px solid transparent; border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; border-radius: 50%; content: ""; animation: linear c-inline-spinner-kf 900ms infinite; position: relative; vertical-align: inherit; line-height: inherit; } .c-inline-spinner { top: 3px; margin: 0 3px; } .c-inline-spinner:before { border-color: #74a8d0 #74a8d0 transparent transparent; position: absolute; left: -2px; top: -2px; border-style: solid; }
top of page

Ubisoft sta per essere acquistata privatamente?

Ad essere investita di rumors su una possibile acquisizione, nel mezzo del vortice di acquisizioni nel settore videoludico, è nuovamente Ubisoft. Secondo quanto circola in rete, due investitori privati sono interessati ad acquistare l’azienda poiché il prezzo delle loro azioni sta scendendo.






Originariamente fondata da cinque fratelli della famiglia Guillemot, Ubisoft potrebbe unirsi a Bungie e Activision Blizzard nella recente ondata di grandi acquisizioni che stanno sconvolgendo il mondo.



Con titoli rivoluzionari come Far Cry, Assassin’s Creed e Tom Clancy (che sono solo la punta dell’Iceberg dei titoli della casa di sviluppo francese), il marchio è stato a lungo orgogliosamente difensivo nel mantenere una forte presenza della famiglia Guillemot, rifiutando vari tentativi di acquisizione in precedenza. Tuttavia, una serie di decisioni sbagliate sta lasciando l'azienda in difficoltà.





Questa instabilità interna, però, si rivede all’esterno, tra i loro ultimi titoli e con le loro scelte, facendo crescere una sfiducia da parte dei giocatori che di certo non è di grande aiuto - soprattutto nei tentativi dell’azienda di affacciarsi agli NFT, incorporandoli nel loro ecosistema di gioco e nei loro sistemi anti-cheat permissivi.


Su Twitter queste voci continuano a dilagare senza un freno e gli utenti si chiedono sempre più spesso chi possa essere interessato a comprare l’azienda, e soprattutto cosa farebbe questo cambio di IP nel panorama dei giochi. Al momento non si sa molto, non ci sono né conferme né smentite su queste voci di corridoio, ma possiamo dire che non potrebbe essere una mossa troppo azzardata contando che l’azienda ora vale la metà di quello che era nel 2018, con un calo di azioni da $110 a meno di $50.


Un rappresentante di Ubisoft ha però dichiarato: “Non commentiamo voci o speculazioni. Siamo nella posizione ideale per sfruttare la rapida crescita del settore e le opportunità della piattaforma che stanno emergendo in questo momento".



E voi cosa ne pensate?

Potrebbe essere una mossa vantaggiosa per l’azienda?

Quali sono i titoli di Ubisoft che amate di più?

Fatecelo sapere nei commenti e ricordatevi di seguire il blog per rimanere connessi con le nuove notizie!

Buona lettura!


(Realizzato da Giulia Silvestri)

19 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


Smart

bottom of page